Nata oltre trent’anni fa nel cuore della Packaging Valley bolognese, dove ha tuttora sede, STA è un’azienda di riferimento nel settore della progettazione e commercializzazione di macchine e sistemi per il processo del caffè. STA annovera tra i suoi clienti diverse tipologie di torrefazioni, sia in Italia che all’estero, potendo contare su un portafoglio di soluzioni in grado di rispondere pienamente alle esigenze del mercato. Nello specifico, gli impianti STA consentono di avere un prodotto di qualità superiore, consentendo al contempo un monitoraggio costante del processo e una riduzione dei consumi energetici.

La qualità innanzitutto

I sistemi STA garantiscono caffè di alta qualità, con una sensibile riduzione dei livelli di acrillamide. L’azienda realizza infatti impianti con camere di combustione totalmente in acciaio, materiale che garantisce allo stesso tempo alta resistenza al calore e pulizia. Le ultime macchine sviluppate dall’azienda sono inoltre prive di componenti in fibra ceramica, tutt’ora utilizzata da molti come protezione dal calore prodotto dalla camera di combustione. Allo stesso modo, gli impianti STA sono completamente privi di materiali quali il cemento e i mattoni refrattari, che rilasciano residui dannosi per la salute, particolarmente nei casi in cui ci siano presenti all’interno dell’ambiente produttivo sistemi di ricircolo per l’aria. Al contrario, le macchine prodotte da STA non si avvalgono di alcun sistema di ricircolo. In tal modo, la macchina tosta sempre con aria pulita.

Meno costi per il cliente, meno impatto sull’ambiente

I consumi energetici degli impianti STA sono ottimizzati tramite l’utilizzo di “inverter” e di sistemi che ottimizzano l’utilizzo del calore, utilizzando aria pre-riscaldata. L’aria che va a lambire la camera di combustione per raffreddare le pareti esterne è la stessa che serve per tostare. L’evoluzione negli impianti progettati dall’azienda ha inoltre portato ad una diminuzione dei tempi di pre-riscaldamento, con un sensibile risparmio in termini di energia elettrica e gas. Rispetto al passato, le macchine STA di ultima generazione consentono infatti una riduzione di energia pari al 25% per ogni kg di caffè trattato. Il consumo energetico delle macchine – assieme al relativo risparmio – può venire facilmente verificato attraverso i diversi sistemi di misurazione energetica di cui sono dotate le macchine. Nello specifico: un contatore di gas e di energia elettrica a lettura elettronica. Questi, consentono di disporre in tempo reale dei dati relativi al consumo e al costo di trasformazione. Sempre per quanto riguarda l’ottimizzazione energetica, le macchine STA possono raffreddare, in caso di emergenza il caffè direttamente nel tamburo di tostatura, evitando che il caffè si rovini o che si bruci.